2i Rete Gas | News | Comunicato stampa 2i Rete Gas

Comunicato stampa 2i Rete Gas

NON PER LA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, NEGLI STATI UNITI D’AMERICA, CANADA, AUSTRALIA O GIAPPONE.

Pieno successo per la seconda emissione obbligazionaria di 2i Rete Gas da 540 milioni a valere sul programma EMTN, con richieste pari a circa 2 miliardi di Euro

Milano, 21 novembre 2014 – In data odierna 2i Rete Gas SpA (rating BBB per Standard & Poor’s, Baa2 per Moody’s), secondo operatore italiano della distribuzione gas, controllato da F2i e Ardian, ha concluso con pieno successo il collocamento di un’emissione obbligazionaria per un importo di 540 milioni di Euro in attuazione del programma Euro Medium Term Notes (EMTN) da 3,0 miliardi di Euro.

L’operazione di oggi, che ha fatto registrare una domanda complessiva di circa 2 miliardi di Euro, è a tasso fisso e ha una scadenza al 2 gennaio 2020 con uno spread di 80 bps sul tasso mid-swap.

Le obbligazioni, destinate esclusivamente a investitori istituzionali dell’Euromercato, hanno un taglio unitario minimo di 100.000 Euro e sono disciplinate dalla legge inglese.

La data di regolamento è stata fissata per il 2 dicembre 2014. Da tale data le obbligazioni saranno quotate presso il mercato regolamentato della borsa irlandese, dove è stato depositato il prospetto informativo.

L’operazione di collocamento è stata curata da Banca IMI, Bank of America Merrill Lynch, BNP Paribas, Crédit Agricole Corporate and Investment Bank, Mediobanca e UniCredit in qualità di Joint Lead Managers and Bookrunners.

2i Rete Gas è stata assistita dallo Studio Legale Associato ad Ashurst LLP, dallo Studio fiscale Tremonti Vitali Romagnoli Piccardi e Associati mentre i Joint Lead Managers and Bookrunners sono stati assistiti dallo Studio Legale Linklaters.

E’ previsto che Standard & Poor’s e Moody’s attribuiscano all’emissione un rating rispettivamente pari a BBB e Baa2.

L’Amministratore Delegato Gianclaudio Neri dichiara che “l’operazione è stata un grande successo per il pricing e per l’elevata qualità e ampia diversificazione geografica degli investitori, aspetti di grande soddisfazione per la società. L’emissione completa la razionalizzazione della struttura finanziaria a distanza di soli quattro mesi dall’operazione di debutto sui mercati regolamentati di 1,350 miliardi di Euro, rafforzando così il ruolo di primario aggregatore nell’imminente processo di svolgimento delle gare d’ambito. Soddisfazione si manifesta anche sul fronte operativo dove i risultati societari dell’anno in corso si prefigurano migliori delle attese”.

DISCLAIMER

Il presente comunicato stampa non è un’offerta per l’acquisto delle obbligazioni negli Stati Uniti d’America. I titoli non sono stati, e non saranno, registrati negli Stati Uniti ai sensi dello United States Securities Act del 1933, come modificato (il “Securities Act”) ovvero ai sensi di alcuna altra regolamentazione finanziaria in ciascuno degli Stati Uniti d’America o in Australia, Canada o Giappone nonché in qualsiasi altro paese in cui tale offerta o sollecitazione sia soggetta all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge. I titoli non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti d’America a, o per conto o a beneficio di una persona U.S. (“U.S. person”, il cui significato è quello attribuito nel Regulation S del Securities Act), salvo che siano registrati ai sensi del Securities Act ovvero in presenza di un’esenzione applicabile ai sensi del Securities Act. Il presente comunicato non costituisce un’offerta al pubblico di prodotti finanziari in Italia, ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. t), del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58. Il presente comunicato non rappresenta un’offerta di vendita né una sollecitazione all’investimento di prodotti finanziari. Nessuna azione è stata né sarà intrapresa al fine di permettere un’offerta pubblica delle obbligazioni in qualsiasi giurisdizione, inclusa l’Italia. Il presente comunicato (e le informazioni ivi contenute) non potrà essere pubblicato o distribuito, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti d’America, in Australia, Canada e Giappone.

Comunicato stampa 2iRG 21 novembre 2014

Top